I giorni della merla.

Erano bianchi,

i merli, sul finire di un gennaio di tanto tempo fa…

Erano bianchi come la neve, che abbelliva ogni dove, ogni foglia , ogni granello di terra, ogni strada, ogni tetto, anche quello di carta di chi non aveva una casa.

Su quel finire di gennaio,

il freddo non voleva proprio finire…

Gli alberi spogli non sapevano, per i merli, di casa…

Fumavano i comignoli,

nell’aria gelida,

danzava il fumo, disegnando nel cielo scarabocchi sulle nuvole addensate…

“Dove andremo?” – chiese la merla al suo compagno…

“Fa freddo ovunque!”- le rispose infreddolito il compagno.

Dentro un comignolo trovarono riparo,

si stava bene, si stava al caldo…

Tre giorni restarono lì,

il freddo doveva andar via…

E via andò…

Si poteva ritornare fuori, l’aria gelida non c’era piú…

Svolazzarono insieme, la merla ed il suo compagno,

fuori dal comignolo, il sole brillava….

E guardandosi si scoprirono nuovi

Non erano più i merli di prima!

Piume nere come la pece abbellivano i loro corpi…

Erano belli anche cosí, sul finire di un gennaio di tanto tempo fa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *