Associazione Ipazia, un viaggio straordinario nella Cultura

Abbiamo creato questa straordinaria associazione dedicata ad una grande donna di tanti secoli fa, Ipazia, un nome che a molti è sempre risultato poco o nulla familiare ma che, nel nostro piccolo, stiamo cercando di far (ri)scoprire. Ci abbiamo sempre creduto, anche quando all’inizio ci contavamo sulle dita di una sola mano, senza sapere bene cosa fare e come farlo per crearci il nostro spazio. Ma in fondo è sempre così: quando si fanno scelte del genere, non ci sono manuali d’uso che tengano, sono l’esperienza, la passione ed il lavoro serio, insieme a tanti giovani del nostro territorio che, nel corso del tempo si sono aggiunti, di Visciano e non solo e che stanno donando il loro tempo e le loro energie per questo viaggio straordinario. Questi sono i punti che tracciano la rotta. Mai mi sarei aspettato che, in pochi mesi, l’Associazione potesse diventare un punto culturale importante in così poco tempo. Eppure è accaduto e il nostro lavoro incessante pian piano, sta dando i suoi frutti (molti dei quali insperati!). Siamo riusciti a creare un gruppo di persone che amano la Cultura e ne apprezzano a pieno le sue enormi potenzialità. Essa, infatti, è il perno principale se davvero vogliamo costruire un Paese più giusto, inclusivo. La Cultura è un fenomenale strumento di emancipazione e di riscatto sociale ed economico. Noi ci crediamo fortemente e mettiamo tutto noi stessi nelle nostre attività. Un blog aggiornato, presenza online e presenza sul territorio con tanti incontri culturali, molti di rilevante caratura, un concorso letterario nato da zero e subito arrivato a numeri esorbitanti, con partecipanti provenienti da tutte le regioni italiane (oltre 320 opere in concorso!), collaborazioni con altre associazioni, enti, ospedali ecc. Crediamo e siamo consapevoli dell’enorme potere delle parole: è grazie ad esse che riusciamo a trasformare la nostra vita in narrazioni che ci fanno sentire un po’ più al sicuro. Tra le prime richieste dei bambini non vi è forse “Raccontami una storia”? Da sempre questa richiesta è il primo bisogno di tutti gli esseri umani. Per vincere la paura del buio, dell’ignoto, perfino della morte. Tutto questo siamo noi, tutto questo è Ipazia. Ma il nostro viaggio è appena iniziato ed avervi al nostro fianco ci da la marcia in più per fare sempre più e sempre meglio e per questo vi ringraziamo. E’ proprio vero, la Cultura, quella vera, non crea muri fatti di saccenza, ma costruisce ponti per favorire l’incontro con l’altro. Sono certo che la famiglia Ipazia crescerà sempre di più, grazie alle persone che incontreremo nel corso del cammino e che vorranno condividere questo straordinario viaggio con noi. La nostra porta è sempre aperta e non ci saranno mai quote di iscrizione perchè nella Cultura noi ci crediamo davvero. Chi ha animo, voglia di rimboccarsi le maniche, desiderio di conoscere, troverà sempre “Ipazia” ad aspettarlo a braccia aperte. D’altronde fu una donna straordinaria anche per questo: trasmetteva il suo sapere, la sua conoscenza, a chiunque lo volesse ed era convinta che chi difendeva la parola ed il libero pensiero difende l’umanità. Ecco, noi cerchiamo, con le nostre possibilità, di seguire il suo esempio straordinario e senza tempo. La Cultura serve a non servire. La Cultura rende liberi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *