15 marzo : Giornata mondiale dei diritti del consumatore

Sono curiosa, molto curiosa. É una curiosità la mia che amo condividere e grazie ad Ipazia, al blog, che ritengo una finestra spalancata sul mondo della cultura, scrivo e condivido ció che so, ciò che di nuovo ho scoperto…. Amo interrogarmi su cosa ricorre ogni giorno, se c’è una data in particolare da ricordare…

Ed eccomi qui, a scrivere, a condividere una nuova scoperta: il 15 marzo ricorre la Giornata Mondiale dedicata ai Consumatori. Mi sorge spontanea la domanda : chi sono i consumatori e chi ha voluto dedicare loro una giornata per tutelare i loro diritti? Si sa che per consumatore o utente si intende la persona fisica che acquista beni o servizi principalmente per consumo e non per la rivendita; ed il bene e il servizio acquistato è corredato dai diritti che per diritto si trasferiscono al consumatore attraverso l’acquisto. Ma ora scopriamo chi è che un bel giorno di marzo del 1962, decise di dar voce alla tutela dei diritti dei consumatori. Fu il Presidente degli Stati Uniti D’America John F. Kennedy ed il suo discorso fu di tesuali parole:

“quando al consumatore viene proposto un prodotto non di qualità,

quando i prezzi sono esagerati,

quando i farmaci non sono sicuri o utili,

quando il consumatore non è in grado di decidere sulla base di una corretta informazione:

allora i suoi dollari diventano avariati, la sua salute e la sua sicurezza sono minacciati, l’interesse nazionale ne risente”.

In quel 15 marzo del l 1962, il Presidente USA Kennedy, dichiaró quelli che furono così da allora considerati come i quattro diritti inalienabili e fondamentali del Consumatore.

Al Presidente Kennedy, va dunque riconosciuta la formulazione della lista dei seguenti principi:

diritto della sicurezza dei prodotti;

diritto ad una completa informazione;

diritto ad una libera scelta;

diritto di essere ascoltati.

Il discorso del Presidente divenne, quasi 20 anni dopo, la solida base per il movimento che protegge il consumatore, le Nazioni Unite infatti nel 1983 dichiararono il 15 marzo la Giornata Mondiale del Consumatore. Nel 1985, la lista di diritti fondamentali, fu integrata di ulteriori diritti, grazie all’emanazione delle Linee Guida della protezione dei Consumatori. Gli ulteriori diritti furono:

diritto di veder soddisfatti i bisogni primari;

diritto al risarcimento;

diritto all’aggiornamento e alla formazione al consumo;

diritto alla conservazione dell’ambiente;

diritto alla rappresentanza degli interessi politici.

Oggi giorno la tutela dei diritti del consumatore deve maggiormente tenersi al passo delle variate modalità di acquisto di beni e servizi, oltre all’acquisto che vede un contatto diretto tra venditore e consumatore, occorre maggiormente assicurare tutele riguardo agli acquisti che vengono effettuati attraverso un sistema di vendita telematico. La consapevolezza del consumatore durante l’acquisto va tutelata in ogni contesto fisico o virtuale. Ritengo lodevole il pensiero del Presidente Kennedy di dar voce ieri alla tutela dei consumatori, trattasi di un pensiero forte, oggi, mai superato ma attuale, perchè capace di resistere ai cambiamenti di una società, in cui il consumatore prima di essere considerato tale è visto come persona, persona titolare di diritti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *